Con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1309 del 08 settembre 2020 è stato stabilito il programma di interventi economici a favore delle “famiglie fragili”, come definite dalla legge regionale n. 20 del 28 maggio 2020 “Interventi a sostegno della famiglia e della natalità”, in particolare:

  1. le famiglie con figli minori di età rimasti orfani di uno o di entrambi i genitori;
  2. le famiglie monoparentali e i genitori separati o divorziati in situazioni di difficoltà economica;
  3. le famiglie con parti trigemellari e famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro;
  4. le famiglie in difficoltà economiche e famiglie numerose con minori impegnati nella pratica motoria all'interno delle associazioni e delle società sportive riconosciute dal Coni, dalle Federazioni e dagli enti di promozione sportiva.

Inoltre con deliberazione numero 1204 del 18 agosto 2020, la Giunta Regionale ha stabilito di approvare l’introduzione, in via sperimentale, della disciplina inerente ai criteri e alle modalità per l'assegnazione delle risorse destinate al sostegno della natalità, sempre ai sensi della legge regionale n. 20 del 28 maggio 2020, ”Interventi a sostegno della famiglia e della natalità”.

Bonus famiglia: contributi alle famiglie numerose

  • E’ un intervento destinato alle famiglie nelle quali sia avvenuto un parto trigemellare o il cui numero di figli sia pari o superiore a 4, di età inferiore a 26 anni (27 non compiuti), conviventi e non, di cui almeno 1 minorenne.
  • E' richiesto un  I.S.E.E. (indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a euro 20.000,00.
  • Per le famiglie con parti trigemellari è previsto un contributo di euro 900,00 per ciascun parto trigemellare, i 3 figli nati da tale evento devono essere minori;
  • Per le famiglie numerose con numero di figli pari o superiori a 4 è previsto un contributo di euro 125,00 per ciascun figlio minore; 
  • Per ciascun figlio minore impegnato nella pratica motoria all'interno delle associazioni e delle società sportive riconosciute dal Coni, dalle Federazioni e dagli enti di promozione sportiva è previsto un contributo di euro 75,00; 

Contributi per le famiglie monoparentali e genitori separati o divorziati

  • Gli interventi sono  finalizzati prioritariamente al finanziamento di spese sanitarie, di spese di locazione e per l’erogazione di servizi educativi e scolastici, incentivando anche i percorsi sportivi dei figli .
  • Sono destinatari dell’intervento i nuclei familiari composti da un solo genitore, oppure composti da un coniuge in caso di separazione legale effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.
  • L'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare non deve essere superiore a euro 20.000,00.
  • È previsto un contributo di euro 1.000,00 per ciascun nucleo ed un contributo di euro 75,00 per ciascun figlio minore impegnato nella pratica motoria all'interno delle associazioni e delle società sportive riconosciute dal Coni, dalle Federazioni e dagli enti di promozione sportiva.

Contributi  a favore di nuclei familiari con figli rimasti orfani di uno o entrambi i genitori

  • Sono destinatari dell’intervento i nuclei familiari, con almeno un minore di età rimasto orfano di uno o entrambi i genitori.
  • L'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), risultante in seguito al decesso di uno o di entrambi i genitori, non deve essere superiore a euro 20.000,00.
  • E' previsto un  contributo  è pari a  euro 1.000,00 per ciascun figlio minore ed un contributo di  euro 75,00 per ciascun figlio minore impegnato nella pratica motoria all'interno delle associazioni e delle società sportive riconosciute dal Coni, dalle Federazioni e dagli enti di promozione sportiva; 

Assegno prenatale

L’assegno prenatale è un intervento economico , dedicato  alle famiglie per far fronte ai costi legati alla gravidanza  ed alle spese sostenute  nei primi mesi di vita del bambino.

L’assegno può essere richiesto fino al compimento del 12° mese di vita del neonato ed ammonta a euro 1.000,00 per ciascun neonato, raddoppiato a euro 2.000 qualora nel nucleo familiare della persona richiedente, sia presente un minore fino al compimento del 6° anno di età, riconosciuto disabile grave ai sensi legge 104/92.

Requisiti:

  • Nucleo familiare con neonato nato dal 19 agosto 2020
  • ISEE fino a euro 40.000.000
  • Residenza in Veneto oppure possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace

La richiesta per l’accesso ai suddetti contributi deve essere effettuata tramite la piattaforma “Sportello Famiglia online” attraverso il link https://veneto.welfaregov.it/landing_pages/veneto/as15/index.html con le seguenti tempistiche:

  • dal 09.12.2020, il cittadino può entrare nel link di accesso alla piattaforma, Sportello Famiglia online, dal sito del rispettivo Comune di residenza per controllare di avere i requisiti necessari per inoltrare la domanda di accesso ai contributi previsti dalle DGR 1204 e 1309;
  • dal 15.12.2020, il cittadino può inoltrare la domanda per il contributo relativo a "Assegno prenatale" (DGR 1204), accedendo direttamente alla piattaforma Sportello Famiglia online dal sito del relativo Comune di residenza. L'accesso avviene mediante lo stesso link dal quale si sono verificati i requisiti per il contributo;
  • dal 18.12.2020, il cittadino può presentare la domanda per il contributo relativo a "Famiglie fragili" (DGR 1309), accedendo direttamente alla piattaforma Sportello Famiglia online dal sito del relativo Comune di residenza. L'accesso avviene mediante lo stesso link dal quale si sono verificati i requisiti per il contributo;

La scadenza per presentare le domande di contributo è il 15.02.2021, ma la famiglia che dovrà aggiornare il proprio ISEE (perché è nato il figlio a ridosso della scadenza del bando) ha tempo fino al 15.03.2021 per inoltrare l'ISEE integrato con il nuovo nato.

Ulteriori informazioni sono contenute nel sito della Regione del Veneto e nella locandina.

09/12/2020