Comune di Vigonza

home Home < Uffici < Informazioni Ambiente < REGOLAMENTO COMUNALE SULL’USO DEI PRODOTTI FITOSANITARI NELLE AREE FREQUENTATE DALLA POPOLAZIONE O DA GRUPPI VULNERABILI.

REGOLAMENTO COMUNALE SULL’USO DEI PRODOTTI FITOSANITARI NELLE AREE FREQUENTATE DALLA POPOLAZIONE O DA GRUPPI VULNERABILI.

fitosanitari

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 13.04.2017, ha approvato il "REGOLAMENTO COMUNALE SULL'USO DEI PRODOTTI FITOSANITARI NELLE AREE FREQUENTATE DALLA POPOLAZIONE O DA GRUPPI VULNERABILI".

Gli elementi principali del nuovo Regolamento, il cui testo recepisce quanto previsto il Piano di Azione Nazionale (PAN) di cui al Decreto Ministeriale 22.01.2014, sono: 

- individuazione delle aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili (aree verdi ad uso pubblico e quelle private aperte al pubblico, nonché quelle frequentate da gruppi vulnerabili (anziani, disabili, minori, pazienti ospedalizzati, ecc.), indipendentemente dalla specifica destinazione ed utilizzazione;

 - planimetria "AREE LIMITAZIONE PRODOTTI FITOSANITARI" riportata nel Sistema Informativo Territoriale accessibile dal sito ufficiale del Comune all'indirizzo www.comune.vigonza.pd.it

- obbligo di effettuare i trattamenti fitosanitari in modo tale da evitare che le miscele raggiungano strade, edifici pubblici e privati e relative pertinenze, orti, giardini, parchi, aree ricreative e altre coltivazioni di terzi; 

- divieto di effettuare irrorazioni con insetticidi e acaricidi che risultano tossici per gli insetti impollinatori durante la fase fenologica della fioritura, dalla schiusura dei petali alla completa caduta degli stessi e, comunque, con prodotti fitosanitari che riportano in etichetta la pertinente frase di precauzione SPe8 (pericoloso per le api); 

- nelle aree comunali frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili è necessario ridurre l'uso dei prodotti fitosanitari o dei rischi connessi al loro utilizzo ricorrendo a mezzi alternativi (meccanici, fisici, biologici), riducendo le dosi di impiego e utilizzando tecniche ed attrezzature, che permettano di contenere al minimo la dispersione nell'ambiente. Se nonostante il ricorso a mezzi alternativi per la difesa, come lo sfalcio della vegetazione, il pirodiserbo e l'applicazione di metodi biologici, si rende necessario l'utilizzo di prodotti fitosanitari nelle aree frequentate dalla popolazione, questi ultimi, debbono essere scelti tra quelli indicati dal Ministero della Salute nel rispetto delle prescrizioni del PAN. Nelle aree individuate ai sensi del presente Regolamento, non possono essere utilizzati prodotti fitosanitari che abbiano tempi di rientro superiori a 48 ore; 

- divieto di effettuare trattamenti diserbanti nelle aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili; essi sono vietati e sostituiti con metodi alternativi; 

- trattamenti fitosanitari nelle aree agricole ed extra agricole adiacenti alle aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili: è vietato l'utilizzo, a distanze inferiore a 30 metri dalle predette aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili, di prodotti fitosanitari riportati al punto A.5.6 del DM 22 Gennaio 2014. Ferme restando le prescrizioni più limitative riportate sull'etichetta del prodotto fitosanitario utilizzato, la distanza di cui al comma 1°, può essere ridotta ad una distanza minima di 10 metri, purché al momento della distribuzione dei prodotti fitosanitari siano adottate soluzioni di contenimento della deriva come definite dal Regolamento; 

- nei seminativi deve essere mantenuta una fascia non trattata di 1.5 m. dal confine e di 5 m. nel caso di coltivazioni arboree. Inoltre, nelle colture arboree, gli ultimi 2 - 4 filari vanno trattati verso l'interno. 

Fatto salvo quanto previsto dalla normativa specifica di settore e qualora le violazioni non costituiscano reato, a norma dell'art. 7-bis del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267 e ss.mm.ii., le violazioni al presente Regolamento sono soggette alla sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 80,00 ad Euro 500,00. A norma dell'art. 16, comma 1°, della Legge 24.11.1981 n. 689, è ammesso il pagamento in misura ridotta della somma di Euro 50,00 entro il termine di 60 giorni dalla contestazione immediata o dalla notificazione degli estremi della violazione.

 


Comune di Vigonza - Palazzo Arrigoni, via Cavour 16 - 35010 Vigonza (Pd) - P.I. 01480860285 C.F. 80010350280 C.U.U. UFSR99 - tel. 049/8090211, fax 049/8090200 - urp@comune.vigonza.pd.it - P.E.C.: vigonza.pd@cert.ip-veneto.net - Informativa sulla Privacy - intranet

Valid XHTML 1.0! Valid CSS!